Ivardùsh – Fascisti di oggi (film 2013)

Girato a zero budget e con attori non professionisti, Ivardùsh racconta la storia di Michele, il leader di un gruppo politico neo-fascista . Intelligente e carismatico, intende guidare le azioni del suo Movimento verso una tendenza moderata e attenta alle politiche sociali, nel tentativo di attualizzare e riabilitare l’immagine del fascismo; scrive infatti un libro intitolato “Il fascista nella modernità” e si occupa, insieme all’amica Rossana, della riabilitazione di un quartiere malfamato. Il film gioca di continuo sui colori (Michele è politicamente daltonico, cioè non distingue la destra dalla sinistra) e sui contrasti irriducibili, anche musicali: dai titoli di testa, montati su due note di pentagramma che si scambiano in continuazione, al fascista che canta una canzone di Francesco Guccini, dal Trio Lescano del dannunziano professore Adam Saitta fino al brano Beethoven o Chopin (Baustelle) che accompagna i titoli di coda.

Le riprese in esterni sono state effettuate prevalentemente tra il Padule di Fucecchio e il Parco della Piana a Sesto Fiorentino, oltre che nel centro di Montecatini Terme e nei dintorni dell’Istituto Lorenzini di Pescia.

Con Lorenzo Romoli, Tiziano Rovai, Lorenzo Spadoni, Gloria Arianna Giglioli, Francesco Nutini, Mattia Gabbriellini, Rossana Bartolini, Diego Cinelli, Alfredo Marasti

Guarda il film completo